fbpx

La diagnosi

La diagnosi dell’infezione da HPV viene eseguita sia attraverso la rilevazione, da parte del medico, della presenza delle tipiche lesioni su cute o mucose (condilomi, verruche ecc) oppure attraverso test di screening che consentono di evidenziare le alterazioni delle cellule o dei tessuti provocate dal HPV. Finora, in Italia, il test di screening per la prevenzione del carcinoma del collo dell’utero è stato il Pap test, un esame che rileva le alterazioni delle cellule, raccomandato ogni 3 anni nelle donne con un'età compresa tra i 25 e i 64 anni.

Il nuovo piano di screening prevede la riconversione dei programmi di screening dal Pap-test al Test HPV per le donne al di sopra dei 30-35 anni: il Pap-test non scompare ma diventa un esame di completamento (Pap-test di triage) che viene letto solo nelle donne risultate positive al test HPV.

Il Test HPV è un test più efficace del Pap-test per la prevenzione del cervicocarcinoma, in grado di identificare con molto anticipo lo stato di rischio di una donna di avere una lesione rispetto a quanto avveniva con il Pap-test. Per questo motivo, è possibile fare il test meno frequentemente, cioè allungare i tempi tra un Test HPV e il successivo. Infatti, il Test HPV è consigliato ogni 5 anni. L’allungamento dell’intervallo di screening è dovuto al fatto che il Test HPV è un test più protettivo, sensibile e sicuro rispetto al precedente. Per questo per la donna passare dai tre anni ai cinque anni di intervallo tra i test non comporta una minore sicurezza rispetto a fare un Pap-test ogni tre anni. Il prelievo del materiale da esaminare con l'HPV test avviene esattamente come per il Pap-test.

Avere il test virale positivo, quindi, non vuol dire avere il cancro e nemmeno la lesione pre-neoplastica ma solo la necessità di fare alcuni approfondimenti.

Il PROTOCOLLO raccomandato è il seguente:

• se il test HPV è negativo, la donna verrà invitata a ripetere il test di screening dopo cinque anni

• se il test HPV è positivo, si esegue il pap test di triage

• se il Pap test di triage è negativo, il protocollo prevede ripetizione del test HPV a 1 anno e colposcopia in caso di persistenza dell’infezioneHPV

• se il Pap-test di triage è positivo, il protocollo prevede colposcopia immediata